Vuoi saperne di più? +39 0331 231 420

Aspetti legali A cosa prestare attenzione nell’acquisto di software usati

26. luglio 2019 – Katrin Luther
Katrin Luther, Relicense AG
Katrin Luther, Relicense AG

Le licenze software non più utilizzate, ad esempio in seguito a riorganizzazioni, a fusioni o alla decisione di passare al cloud, possono essere vendute dalle imprese e, quindi, essere acquistate come software usato a prezzi notevolmente più convenienti rispetto a quelli iniziali.

Se il venditore dispone del diritto di utilizzazione illimitato, la procedura è assolutamente legale e prassi comune nell’Unione europea e in Svizzera*. A rendere le licenze del mercato secondario così interessanti, però, non è solo il prezzo: generalmente si tratta di versioni meno recenti e quindi più vecchie che garantiscono una maggiore affidabilità rispetto alle ultime release. Questi vantaggi vengono sfruttati non solo dalle imprese del settore privato, ma sempre più spesso anche dalle autorità e altre istituzioni pubbliche che per motivi di conformità sono molto caute nell’archiviare i dati nel cloud.

I fornitori specializzati forniscono sicurezza legale

Anche se in alcuni casi può accadere che le licenze siano vendute direttamente da una società all’altra, ciò rappresenta un’eccezione assoluta per motivi comprensibili: per essere veramente certi che siano stati soddisfatti tutti i requisiti legali e formali, le licenze usate devono essere acquistate solo da fornitori specializzati in questo settore, che abbiano dimostrato da tempo la loro competenza, esperienza e assoluta affidabilità.

Tra le altre cose, gli acquirenti interessati devono assicurarsi che il fornitore sia sottoposto a controlli regolari da parte di società di revisione esterne e soprattutto che informi il produttore delle licenze di ciascun trasferimento.

Attenzione ai prezzi di dumping

Questo controllo è molto importante perché nel mercato in forte espansione delle licenze usate operano anche singoli fornitori che non prendono molto seriamente la conformità alla legge. Per escludere qualsiasi eventualità, gli acquirenti interessati devono quindi richiedere al potenziale fornitore sempre una documentazione completa della storia della licenza. Disponendo della documentazione storica, dell’attestazione e del trasferimento del diritto di utilizzazione, così come naturalmente di un contratto d’acquisto valido, l’acquisto e l’utilizzo di licenze software usate è assolutamente privo di rischi.

*cfr. relativa sentenza della Corte di giustizia dell'Unione europea (CGUE) del 3 luglio 2012

Condividi articolo

Parole chiave di questo articolo